Ponza un po’ di storia

L’isola, gia’ nota all’uomo preistorico per via dell’ossidiana estratta nella vicina Isola di Palmarola, fu terra abitata da uno dei popoli italici, i Volsci, che la occuparono fino alla conquista romana (313 a.C.).

I Romani compresero la posizione strategica dell’isola e decisero allora di farne dapprima il luogo dal quale partire alla conquista delle terre vicine e poi la sede privilegiata per le ricche ville aristocratiche.

Ponza conobbe in età imperiale un grande sviluppo tanto da essere dotata di tutte le infrastrutture necessarie ad un centro residenziale luogo privilegiato dagli imperatori.

Divenne in seguito terra di confino per i martiri cristiani e successivamente luogo di romitaggio fino alla grande rinascita borbonica che le conferì le basi per lo sviluppo.

Dopo il confino politico degli antifascisti e in ultimo di Mussolini, gli isolani sfruttano le potenzialità dell’isola facendone un centro turistico di straordinaria bellezza, dominato dalle caratteristiche case mediterranee che si riflettono nel mare cristallino che la circonda.